Sapori birmani

Sapori birmani

Gli elementi della cucina birmana, ricordano molto quelli della cucina indiana, cinese e thailandese, ma senza l’eccessivo uso di spezie.

Gli elementi della cucina birmana, ricordano molto quelli della cucina indiana, cinese e thailandese, ma senza l’eccessivo uso di spezie. Iristoranti sono soliti servire piatti della cucina cinese e thailandese, mentre la vera cucina birmana la si trova sulle bancarelle e nei mercati. Il costume birmano vuole che si mangi unicamente con la mano destra, mentre la sinistra è usata solo per riempire i piatti; ai viaggiatori viene concesso di mangiare normalmente ma è molto apprezzato chi si adegua a questo costume locale.

Ingrediente principale è il riso, che accompagna piatti a base di gamberi, pesce, maiale e montone; il piatto nazionale è il mohinga, un brodo di pesce gatto al curry, con farina di ceci, vermicelli di riso e salsa di pesce. Tradizionalmente servito a colazione, si può però trovare a qualsiasi ora del giorno. Molto diffuse le zuppe di verdure, accompagnate dallo ngapi, una pungente pasta di pesce o gamberi fermentati. Domina sulle tavole anche la frutta tropicale, sopratutto nei mesi estivi, e un’altra istituzione è il thè: in ogni città o villaggio è presente una sala da thè.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.